La frase “c’è da sperare davvero che non sopravviva” rivolta da Silvio Viale al …

La frase “c’è da sperare davvero che non sopravviva” rivolta da Silvio Viale al piccolo Giovannino gli è valsa una denuncia che finirà nel nulla. Ma evidenzia il modo di pensare dei “pietosi” radicali: si augurano la mattanza dei sofferenti e dei gravemente disabili. Ricordatevelo quando vi sbraccerete per le loro campagne sull’eutanasia.



Source